Ada Vincenzi

Cavezzo (MO), 1898 – Modena, 1989

Militante comunista, di professione ostetrica

Ada nasce da Giuseppe Vincenzi (mediatore) e Maria Zoboli, in una delle prime famiglie socialiste di Modena, e nel 1915 è tra le fondatrici dei gruppi giovanili socialisti. Al Psi rimane iscritta fino al 1943, anno in cui passa al Pci, svolgendo un ruolo di primo piano nella lotta di Resistenza. Inizia a lavorare prima in Manifattura poi come addetta alle pulizie di una farmacia; all’età di 25 anni riprende gli studi e si diploma come ostetrica. Durante la Resistenza, pur continuando a praticare la sua professione, Ada trasforma la sua casa, situata in viale Reiter (in seguito via Ricci 84, al piano terra e avvantaggiata da un’uscita di sicurezza laterale), in un centro di raccolta per i militanti e simpatizzanti socialisti e comunisti e in un punto di appoggio per i partigiani, con la complicità della madre, del padre e del custode dell’adiacente Liceo scientifico Tassoni. Negli ultimi mesi di guerra, la sua casa diventa la sede operativa della federazione comunista modenese e, nei giorni precedenti la Liberazione, del Triumvirato insurrezionale.

Approfondimenti

Vincenzi Ada 2 1
Luoghi, Persone e Avvenimenti
Avvenimento
Un giornale per l’unità del socialismo
Avvenimento
Al governo della Resistenza