Ibes Pioli

Cavezzo, 1926 – Modena, 2020

Partigiana

Nata il 18 febbraio 1926 in una famiglia antifascista: il padre e il fratello maggiore erano perseguitati politici. Ha frequentato le scuole superiori fino alla quarta ragioneria. Durante la Resistenza operò come staffetta di collegamento tra Modena e Mirandola nelle Brigate Walter Tabacchi, Remo e Ivan con il nome di battaglia “Rina”. Organizzatrice dei Gruppi di difesa della donna nella zona sud di Modena (Paganine, Vaciglio, Cantone di Mugnano fino a Casinalbo), fece parte del Comitato provinciale dei Gruppi, occupandosi di stampa e propaganda.

E' la principale animatrice della requisizione al salumificio Frigieri di Paganine dell’8 marzo 1945, la più importante e significativa manifestazione femminile durante i mesi dell’occupazione in tutta la regione Emilia Romagna.

Iscritta all’Unione donne italiane di Modena sin dalla prima ora nel 1945.

Dopo la guerra si sposò con un ex comandante partigiano, ebbe un figlio e lavorò come amministratrice di azienda.

Infaticabile testimone per l'ANPI locale dei valori dell'antifascismo e della lotta di Liberazione, soprattutto alle giovani generazioni.

Risorse

Approfondimenti

Ibes Pioli 1954
Luoghi e Avvenimenti
Avvenimento
Sebben che siamo donne