1926-02-18

Ibes Pioli

Partigiana, organizzatrice Gruppi di difesa della donna

Nata in una famiglia contadina e antifascista: il padre e il fratello maggiore sono perseguitati politici. Frequenta le scuole superiori fino alla quarta ragioneria. Durante la Resistenza opera come staffetta di collegamento tra Modena e Mirandola nelle Brigate Walter Tabacchi, Remo e Ivan con il nome di battaglia “Rina”. Organizzatrice dei Gruppi di difesa della donna nella zona sud di Modena (Paganine, Vaciglio, Cantone di Mugnano fino a Casinalbo), fa parte del Comitato provinciale dei Gruppi, occupandosi di stampa e propaganda. È la principale animatrice della requisizione al salumificio Frigieri di Paganine dell’8 marzo 1945, la più importante e significativa manifestazione femminile durante i mesi dell’occupazione in tutta la regione Emilia-Romagna. Dopo la guerra si sposa con un ex comandante partigiano, ha un figlio e lavora come amministratrice di azienda. A lungo impegnata nell'Anpi nel trasmettere soprattutto alle giovani generazioni l’esperienza della Resistenza e il patrimonio di ideali e valori della lotta di Liberazione. Iscritta all’Unione donne italiane di Modena sin dalla prima ora.

 

Per approfondire: 

C. Liotti e A. Remaggi, A guardare le nuvole. Partigiane modenesi tra memoria e narrazione, Carocci, Roma 2004, pp. 204 - 207.

C. Liotti e N. Corsini, Pane pace e libertà. I Gruppi di difesa della donna e per l’assistenza ai combattenti della libertà a Modena (1943-1945), Centro documentazione donna, Modena 2018, pp.110 e 134.

Approfondimenti