Daria Bertolani Marchetti

Modena, 1919 - 1994

Partigiana, scienziata, amministratrice locale

Nata nel 1919 a Modena, Daria Marchetti consegue a 21 anni la laurea in Scienze naturali presso l’Università di Modena. Nel 1941 sposa il compagno di studi e poi collega Mario Bertolani, utilizzandone sempre il cognome. 

Partecipa come staffetta alla Resistenza nella Brigata Italia divisione “Modena Pianura” ricevendo la Croce al Merito di guerra. Degli anni della guerra resta un suo diario, pubblicato nella collana “Storie Differenti” del Centro documentazione donna di Modena dove è descritto anche il giorno della liberazione di Modena.

Nel dopoguerra si impegna nel sociale e nel 1961 è eletta nel Consiglio comunale di Formigine nelle liste della Dc. 

Nel 1951 inizia la carriera accademica con l’idoneità nel concorso di assistente alla cattedra di Botanica all’Università di Parma, ottenendo poi risultati prestigiosi in varie università e affermandosi negli studi di palinologia. Nel 1956 consegue la libera docenza in Geobotanica. Tiene lezioni di vari corsi di ambito botanico negli atenei di ParmaFirenzePisa. Nel 1971 vince il concorso alla cattedra di Botanica di Bologna e dopo il triennio è promossa a ordinaria

Nel 1981 è chiamata a Modena, dove dirige – per 13 anni, fino alla morte avvenuta nel 1994﹣ l’Istituto botanico con il suo Orto e l’Erbario. Pubblica più di duecento studi.

È attiva in varie accademie italiane e straniere, tra le quali – dal 1982 – l'Accademia nazionale di scienze lettere e arti di Modena.

Nel 1995, un anno dopo la sua morte, il Comune di Formigine le dedica una lapide commemorativa nel Parco della Resistenza e le intitola la Biblioteca comunale.

daria bertolani marchetti3
Luoghi e Avvenimenti
Avvenimento
L’Università apre alle donne
Avvenimento
Finalmente la conquista della libertà