Rivoluzioni: movimenti, canzoni, oggetti e altri racconti

sabato 11 maggio, ore 20, e domenica 12 maggio, ore 17

Sabato 11 e domenica 12 maggio, nella Chiesa di San Carlo, si terrà la rappresentazione teatrale dal titolo Rivoluzioni: movimenti, canzoni, oggetti e altri racconti, prodotta da STED e dal Collegio della Fondazione San Carlo.

Lo spettacolo, nato da un’idea di Tony Contartese ed Eva Raguzzoni e posto all’interno del progetto Rivoluzioni, mette in scena le voci e i corpi di studentesse e studenti del Collegio San Carlo, per raccontare cosa significa oggi per loro la parola rivoluzione.

Storie, oggetti, canzoni, racconti personali e parole di testi antichi si alternano sul palco in un continuo intreccio. Un documento corale, poetico e sperimentale sul valore di essere persone in continuo svolgimento.

Queste giovani donne e uomini, guardandoci dritto negli occhi, dichiarano con semplicità il portato rivoluzionario dell’educazione, di una mente libera e pronta ad imparare.

Gli spettacoli si terranno:

  • Sabato 11 maggio, ore 20:00
  • Domenica 12 maggio, ore 17:00

Ingresso è libero e gratuito.

 

Rivoluzioni è un progetto promosso da Fondazione Collegio San Carlo, Istituto Storico, Centro Documentazione Donna, Comune di Modena e Comitato per la storia e le memorie del Novecento, Fondazione di Modena.

Il Collegio della Fondazione Collegio San Carlo promuove la cultura e la formazione dei giovani. Membro della conferenza dei Collegi Universitari di Merito (CCUM), propone un modello formativo di eccellenza per supportare gli studenti nei loro studi, per valorizzare le capacità e i talenti.

STED fin dalla sua nascita si è posta l’obiettivo di riflettere sulle possibili relazioni tra arte e educazione, per cogliere e favorire gli intrecci fra espressione artistica e gesto didattico.

Dopo quasi trent’anni di attività è un dinamico e innovativo centro di formazione e produzione nel campo del teatro, della danza e della musica.

Tony Contartese, attore, insegnante e direttore artistico di STED Modena e Temple Theater di Sassuolo, collabora da trent’anni con scuole primarie e secondarie di Modena e provincia come docente di teatro nella progettazione di percorsi dove corpo e voce diventano inscindibili. Conduce laboratori teatrali in diversi contesti sociali, firma rassegne e spettacoli per il comune di Modena e Formigine, collabora con la Fondazione Teatro Comunale di Modena in ambito operistico in qualità di assistente alla regia e con CronoEventi per eventi di rievocazione storica e spettacoli dedicati a bambini e famiglie.

Eva Raguzzoni, insegnante di teatro-danza e promotrice di molti progetti sulla corporeità, produce spettacoli ed eventi performativi, conduce seminari di danza e laboratori di movimento nelle scuole primarie e secondarie di Modena e provincia e in diversi contesti sociali con l’intento di diffondere pratiche corporee di educazione al movimento e fornire strumenti alla comunità per il miglioramento del benessere psico-fisico e sociale.